full screen background image
Search
martedì 29 Settembre 2020
  • :
  • :

Comunicazione n.35 – Proroga scadenza titoli abilitativi edilizi

Prot. 1612/2020                   Pisa, 14aprile 2020

A tutti gli iscritti
_Loro Sedi_

Gentili Colleghi,

il decreto di conversione in legge del Decreto Cura Italia del 17 marzo
2020, approvato dal Senato il 9 aprile 2020, ha apportato alcune
modifiche ed integrazioni, sommariamente riassunte di seguito (si
rimanda al testo del decreto di conversione, art.103 – pag.76 e seguenti
del pdf – allegato alla presente) :

* tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni,
autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, compresi i
termini di inizio e di ultimazione dei lavori in relazione
all’efficacia del permesso di costruire (art. 15 Dpr. n. 380/2001),
in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, conservano
la loro validità  per i successivi 90 giorni dalla dichiarazione di
cessazione dello stato di emergenza;

* la disposizione si applica anche alle segnalazioni certificate di
inizio attività, alle segnalazioni certificate di agibilità, alle
autorizzazioni paesaggistiche e alle autorizzazioni
ambientali comunque denominate;

* il medesimo termine si applica anche al ritiro dei titoli
abilitativi edilizi comunque denominati rilasciati fino alla
dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza;

* il termine di validità e i termini di inizio e fine lavori previsti
dalle convenzioni di lottizzazione (art. 28 legge n. 1150 del 17
agosto 1942), o dagli accordi similari comunque denominati dalla
legislazione regionale, i termini dei relativi piani attuativi e di
comunque altro atto ad essi propedeutico, in scadenza tra il 31
gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, sono prorogati di 90 giorni. La
norma si applica anche ai relativi piani attuativi che hanno
usufruito della proroga.

La scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020 è prolungata per
i successivi 90 giorni dalla dichiarazione di cessazione dello stato di
emergenza rispetto al testo del decreto Cura Italia. Il committente è
tenuto al pagamento del lavori eseguiti sino alla data di sospensione
dei lavori.

Cordiali saluti

Il consigliere Segretario
Arch. Chiara Prosperini